Andrea Tagliapietra

Andrea Tagliapietra (Venezia, 1962) è professore ordinario di Storia della filosofia e presidente del corso di laurea magistrale in filosofia del contemporaneo all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, dove insegna anche Storia delle idee e filosofia della cultura (www.unisr.it/persona.asp?id=357).

Dirige, con Sebastiano Ghisu, la rivista internazionale di filosofia Giornale critico di storia delle idee (edita in formato cartaceo e web: www.giornalecritico.it) ed è direttore del Centro di ricerca CRISI (Centro di Ricerca Interdisciplinare di Storia delle idee (www.unisr.it/list.asp?id=7792; www.crisi-philosophy.com)).

Nel 2004 con La virtù crudele. Filosofia e storia della sincerità (Einaudi) ha vinto il “Premio Viareggio-Répaci” per la saggistica. Nel 2013 con Gioacchino da Fiore e la filosofia (il Prato) ha vinto il “Premio Viaggio a Siracusa” per la saggistica filosofica. I suoi principali interessi di ricerca riguardano l’impiego delle metafore e delle narrazioni all’interno dei testi filosofici, la filosofia del personaggio e l’importanza delle strutture polifonico-drammaturgiche nell’elaborazione del pensiero concettuale.

Fra le sue pubblicazioni più recenti: La forza del pudore. Per una filosofia dell’inconfessabile (Rizzoli 2006); Filosofia della bugia. Figure della menzogna nella storia del pensiero occidentale (Bruno Mondadori 2008); La metafora dello specchio. Lineamenti per una storia simbolica (Bollati Boringhieri 2008); Il dono del filosofo. Sul gesto originario della filosofia (Einaudi 2009); Icone della fine. Immagini apocalittiche, filmografie, miti (il Mulino 2010); Sincerità (Raffaello Cortina 2012); Non ci resta che ridere (il Mulino 2013); Alfabeto delle proprietà. Filosofia in metafore e storie (Moretti&Vitali 2016).